IMG16

Beh possiamo affermare che siamo persone comuni, che puoi incontrare ovunque. Siamo un gruppo d'amici che s'incontrano, per fare due chiacchiere davanti ad un caffé o un bicchiere di vino. Proprio durante una serata in compagnia, mentre si parlava del più e del meno, il discorso è finito sul mondo agricolo, di cui alcuni di noi fanno parte. Un lavoro duro, ereditato dai nostri nonni, oppure intrapreso volontariamente, che comporta impegno, sacrificio, ma sa dare anche soddisfazioni. Può piacere oppure no, ma sicuramente può considerarsi un lavoro diverso dal solito, dove non si timbra il cartellino.

C'è anche chi tra noi, dopo essersi diplomato, ha subito trovato lavoro in fabbrica; ma dopo sei mesi si è licenziato: si sentiva imprigionato così ha deciso di aprire un allevamento di mucche. Non è il solo esempio che potremmo farvi, ma non vogliamo annoiarvi. Comunque è con questo spirito e questa passione che abbiamo deciso di organizzare la Rassegna Agricola, una Rassegna che vuole far riscoprire le nostre tradizioni.

Per fare tutto ciò, con un minimo di serietà, abbiamo deciso di fondare un'associazione: l'associazione "La gent; ij meste e le tradisiun ed bagneul" senza scopo di lucro, che metta insieme le nostre esperienze e che sia un punto di riferimento per chi voglia avvicinarsi al mondo dell'agricoltura e della rassegna. La riscoperta delle vecchie tradizioni, così come il ricordo dei mestieri di un tempo, può sicuramente aiutare a conoscere meglio le nostre radici che affondano nella storia di quest'angolo splendido del Piemonte. Si tratta peraltro, di storia di tante persone umili, che furono costrette a sopravvivere a grandi sofferenze ed enormi fatiche. Ricordare la "vita grama" di un tempo aiuta ad apprezzare meglio gli agi di cui oggi fortunatamente godiamo. Questa manifestazione, quindi, vuole anche essere un omaggio alla povera gente di allora i cui sacrifici sono stati alla base della crescita economica che il nostro territorio a conquistato alla seconda metà del Novecento. Perchè la consapevolezza del proprio passato consente di affrontare con più serenità il futuro.